Studio generale per la definizione di interventi di mitigazione del rischio idraulico nel bacino del fiume Era

  • Cliente / Ente

    Regione Toscana

  • Periodo

    2020

  • Luogo

    Provincia di Pisa

  • Tipologia di attività svolte

    Studio idrologico-idraulico

Descrizione del Progetto

Si è concluso, con l’approvazione a Giugno 2021 da parte della Regione Toscana – Genio Civile Valdarno Inferiore e Costa, lo studio generale realizzato da H.S. INGEGNERIA su incarico della stessa Regione Toscana, finalizzato alla definizione di interventi di mitigazione del rischio idraulico indotto dal fiume Era.
Lo studio è stato sviluppato a scala complessiva di bacino, con la finalità di individuare più soluzioni alternative per la mitigazione delle condizioni di rischio idraulico sul tratto terminale dell’Era.
Il lavoro si è articolato nelle seguenti fasi:
-raccolta della documentazione disponibile in merito alle criticità storiche a scala di bacino ed alle opere idrauliche già realizzate sulle aste dell’Era e del Cascina;
-aggiornamento degli studi disponibili a scala di bacino e definizione di modelli idrologici ed idraulici 1D e 2D in grado di modellare affidabilmente gli scenari di stato attuale, in modo da individuare le principali fonti di rischio per i centri abitati e da avere un quadro conoscitivo di base per la valutazione dei possibili scenari di intervento;
-simulazione degli effetti prodotti da fenomeni di rottura arginale con modellazione 2D;
-individuazione dei possibili interventi di sistemazione e definizione delle priorità di intervento, con una stima sommaria dei relativi costi.
Il quadro conoscitivo delineato nello studio ha valutato gli effetti di riduzione del rischio idraulico per il tratto terminale dell’Era (in cui sono presenti i centri abitati di Pontedera e Ponsacco), a seguito della realizzazione di più scenari di intervento, tra cui: interventi di consolidamento delle arginature esistenti in corrispondenza del tratto terminale dei fiumi Era e Cascina, realizzazione di importanti casse di espansione sul torrente Roglio e sul torrente Sterza, con volumi rispettivamente di circa 4,3 e 6,7 milioni di metri cubi.
L’importo totale dei lavori relativi alle opere valutate nello studio generale è pari a circa 89 milioni di euro.